Iota e la sua nuova avventura

Voglio raccontarvi una storia che ha avuto un buon inizio e di sicuro avrà uno splendido futuro. E’ la storia di Iota e Filippo.

I genitori di Filippo, uno splendido bambino di 10 anni hanno chiamato Gabriella, educatrice professionale nonché allevatrice di Flat Coated Retriever: volevano un compagno speciale, a quattro zampe, per il loro figlio. Filippo aveva recentemente fatto un’esperienza di Pet Therapy che lo aveva aiutato nell’aprirsi un pochino di più rispetto alla sfera relazionale e chi lo aveva sin qui seguito aveva consigliato alla famiglia di prendere un cucciolo di Flat.

Gabriella, felice ma anche perplessa per la telefonata, ha cercato di capire le reali motivazioni sottolineando che un cane non sarà mai un terapeuta, ma al massimo un buon compagno di giochi e di vita e che la responsabilità di crescerlo dovevano assumersela i genitori, non Filippo: ma non in quanto con Sindrome di Autismo , ma perché …. bambino!!!!!!!!!!

Hanno parlato a lungo al telefono, i genitori hanno capito, si sono presi il tempo per pensare e hanno richiamato decisi per l’acquisto.

Gabriella non volendo restare da sola in questa avventura si confronta con alcune colleghe ed infine con me, sua docente nonché amica, nel suo corso per diventare referente di intervento e coadiutore dell’animale in pet Therapy. Nonostante i due anni di corso, la sua competenza come educatrice professionale … era preoccupata!

Abbiamo pensato a come strutturare l’incontro: dapprima Gabriella avrebbe accolto nella sua casa la famiglia, l’avrebbe conosciuta e quindi poteva rendersi conto delle loro dinamiche, dei punti di forza di Filippo e dei suoi limiti; il passo successivo sarebbe stato quello di conoscere Peggy, la mamma dei cuccioli nonché cane che già lavora in pet therapy. In questo modo Gabriella avrebbe dato delle prima indicazioni sul cane, sulla sua educazione, dei primi rudimenti di regole di sana convivenza e nel frattempo avrebbe potuto vedere Filippo interagire con un cane adulto e tranquillo. Filippo sembrava poco interessato a Peggy, era distratto ma comunque adeguato. Finalmente è arrivato il momento di Iota…e lì è stato amore a prima vista: Filippo sorrideva, si avvicinava al cane, lo accarezzava, fino ad avvicinare il viso al pelo del cane: i genitori increduli e sorpresi!

Ha anche conosciuto un fratello di Iota, ma si sa … quando è amore a prima vista quello sarà per sempre!

Iota è il cane giusto per Filippo, dolce e nello stesso tempo determinato, solido, in grado di staccarsi dalle situazioni stressanti e molto interessato alla relazione con la persona!

Così è cominciata l’avventura: la prima notte in casa di Filippo è già trascorsa. Mamma e sorella di Filippo sul divano a tenere compagnia a Iota. E dopo la prima settimana di adattamento a questa nuova dimensione Gabriella comincerà il lavoro con tutti quanti ! Intanto sarà un periodo dove Gabriella con l’associazione di Pet Therapy di cui fa parte li aiuterà a trovare una buona dimensione per la parte di educazione del cane e nel frattempo, in condivisione con lo staff che segue Filippo, costruirà un progetto per loro due.

Sarà un’esperienza fantastica !!!!!!!

Tag:

Featured Posts
Recent Posts
Archive
Search By Tags
Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square